Società Italiana di Fisica Statistica

YouTubeTwitter

Women for Quantum -- Manifesto of Values

Recentemente è apparso un documento che descrive la condizione accademica delle scienziate impegnate nell'ambito della fisica quantistica.  Si tratta di un tema che riguarda molte altre discipline scientifiche e sottolinea una serie di considerazioni sulle quali è necessaria una seria riflessione da parte dell'intera  comunità scientifica.


Women for Quantum -- Manifesto of Values: https://arxiv.org/abs/2407.02612


III School SIFS 2024


The third edition of the International School of the Italian Society of Statistical Physics - SIFS will be held at the Scuola Superiore of the University of Catania in Italy from the 26th of August to the 5th of September 2024.

 

The school will offer intensive two weeks of lectures, with follow up meetings. It will be structured into seven courses and tutoring activities. The courses will be held by Ginestra Bianconi (Higher-order networks), Irene Giardina (Interacting biological systems), István Kiss (Models of epidemic spreading), Giacomo Livan (Random Matrix Theory and Application), Mario Nicodemi (Phase transitions in the nucleus of cells), Stefano Ruffo (Systems with long-range interactions) and Samir Suweis (Ecological models).

 

The school represents a great opportunity for Phd students and young postdocs from any country to deepen topics in statistical physics in a friendly and international environment, offering moments of intense study and socialization.

 

All information and the application form are available at the School official website: https://agenda.infn.it/e/SIFS2024

 

Application deadline: 31 May 2024

Directors:

Vito Latora (University of Catania and Queen Mary University of London)

Roberto Livi (University of Florence and IMT Lucca)

Rosario Mantegna (University of Palermo)

Andrea Rapisarda (University of Catania)

The birth of StatPhys: The 1949 Florence conference at the juncture of post-WWII reconstruction of national and international physics

Un articolo ricostruisce la nascita di StatPhys, la serie di conferenze di fisica statistica (adesso triennale), scritto da Roberto Lalli e Paolo Politi.

Link: https://arxiv.org/abs/2404.12156

Abstract: In spring 1949 about 70 physicists from eight countries met in Florence to discuss recent trends in statistical mechanics. This scientific gathering, co-organized by the Commission on Thermodynamics and Statistical Mechanics of the International Union of Pure and Applied Physics (IUPAP) and the Italian Physical Society (SIF), initiated a tradition of IUPAP-sponsored international conferences on statistical mechanics that lasts to this day. In 1977, when this conference series took the name of StatPhys, the foundational role of the Florence conference was recognized by retrospectively naming it StatPhys1. This paper examines the dual scientific and social significance of the conference, situating it in the broader contexts of the post-World War II reconstruction in Italian physics and of the revitalization of the international science organization. Through an analysis of IUPAP archives and Italian records, we illustrate how the event's success hinged on the aligned objectives of its organizers. Internationally, it was instrumental in defining the scientific and organizational foundations for the activities of IUPAP commissions during a critical phase of IUPAP's history, when the Union was resurging on the international stage post-interwar period inactivity. Nationally, the conference served as a cornerstone in SIF's strategy to re-establish Italian physics' international stature and to aid the domestic revitalization of physics through the internationalization of its activities, notably of its flagship journal, Il Nuovo Cimento. This analysis not only sheds light on the conference's impact but also informs recent discussions in the history of science about the multiple roles of international scientific conferences. 

dal Presidente della SIFS, Prof. Roberto Livi,

Oggi, 20 febbraio 2024 ricorre l’anniversario della nascita del grande fisico austriaco Ludwig Eduard Boltzmann (1844-1906), a cui è universalmente riconosciuto il ruolo di padre fondatore della Meccanica Statistica. Ancora oggi si rimane stupiti della capacità del grande scienziato austriaco di essere stato capace di edificare una teoria che, come dice il nome, pretende di attribuire un fondamento dinamico a fenomeni descrivibili in termini di probabilità. Personalmente, sono rimasto forse anche più stupito quando ho compreso che Boltzmann ha difeso e consolidato i fondamenti della sua teoria in un periodo storico nel quale sono stati oggetto di un attacco durissimo da parte di eminenti e agguerriti oppositori, da Mach a Ostwald, fino a Zermelo, Poincarè e lo stesso Planck. Non possiamo che essergli riconoscenti per questa sua profonda convinzione nella bontà della sua teoria, che si è andata evolvendo nel corso del tempo e che ha generato un settore della moderna ricerca scientifica tra i più fecondi e interdisciplinari. C’è chi per molti anni ha pensato che la teoria di Boltzmann fosse solo un utile modello della termodinamica di un gas ideale, o al più rappresentasse un approccio alternativo alla teoria degli insiemi di equilibrio di Gibbs. C’è anche chi l’ha superficialmente individuata come un efficace strumento di calcolo per realizzare strategie computazionali, come il metodo MonteCarlo. In realtà si tratta di una vera e propria teoria fisica fondamentale, che si applica ad un ampio spettro di fenomeni, includendo non solo quelli relativi all’equilibrio termodinamico, ma anche tutti i processi di non equilibrio. Più di recente è stata piegata anche allo studio dei sistemi disordinati e dei sistemi complessi, confermando anche in questi ambiti la sua efficacia concettuale e metodologica. 

Ludwig Boltzmann (20 febbraio 1844 - 5 settembre 1906)

Per capire a pieno cosa sia diventata oggi la Meccanica Statistica non trovo di meglio che elencare i nove Topics in cui si articolerà la prossima edizione del congresso mondiale di fisica statistica StatPhys29 (Firenze 13-18 luglio 2025), visibili sulla pagina web dell’evento:

 https://statphys29.org

Viene da pensare che Ludwig Eduard Boltzmann si sentirebbe profondamente soddisfatto osservando la ricchezza di temi e metodi in cui si è andata declinando la sua teoria e come questa trovi ormai applicazioni in un imprevedibile (ai suoi tempi) numero di ambiti, all’avanguardia della moderna ricerca scientifica. 

StatPhys29 celebrerà questa ricchezza e questa attitudine ad adattarsi e a trasferirsi con successo in contesti sempre nuovi e diversi: un settore scientifico “in continua evoluzione”, che, come tale, assume una valenza universale di cui nessuno può ritenersi detentore privilegiato, perché si tratta di una proprietà intellettuale dell’umanità, che siamo chiamati a preservare ed arricchire ogni giorno, modestamente, con il nostro lavoro.

Un ulteriore approfondimento su Boltzmann è "LUDWIG BOLTZMANN: UN TRIBUTO PER I SUOI 170 ANNI" di Massimo Falcioni e Angelo Vulpiani (dal numero 91 di Lettera matematica pristem):  https://drive.google.com/file/d/1itgRniC-ZuWzpaMvhgSexSz22g_DPhkL/view?usp=sharing

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

by the President of SIFS, Prof. Roberto Livi,

Today, February 20, 2024 is the anniversary of the birth of the great Austrian physicist Ludwig Eduard Boltzmann (1844-1906), who is universally recognized as the founding father of Statistical Mechanics. Even today we are amazed by the ability of the great Austrian scientist in building a theory which, as the name suggests, claims to attribute a dynamic foundation to phenomena describable in terms of probability. Personally, I was perhaps even more amazed when I realized that Boltzmann defended and consolidated the foundations of his theory in a historical period in which they were the object of a very harsh attack by eminent and fierce opponents, from Mach to Ostwald, up to Zermelo, Poincaré and Planck himself. We can only be grateful to him for his profound belief in the goodness of his theory, which has evolved over time and which has generated one of the most fruitful and interdisciplinary sectors of modern scientific research. Some for many years thought that Boltzmann theory was only a useful model of the thermodynamics of an ideal gas, or at most that it represented an alternative approach to the theory of Gibbs equilibrium sets. Also others have superficially identified it as an effective calculation tool for designing computational strategies, such as the Monte Carlo method. However, it is a real fundamental physical theory, which applies to a wide spectrum of phenomena, including not only those relating to thermodynamic equilibrium, but also all non-equilibrium processes. More recently it has also been devoted to the study of disordered systems and complex systems, confirming its conceptual and methodological effectiveness in these areas too.

To fully understand what Statistical Mechanics has become today, I can't find anything better than to list the nine Topics into which the next edition of the International Conference on Statistical Physics - StatPhys29 (Florence 13-18 July 2025) will be developed, available on the event web page :

https://statphys29.org

One might think that Ludwig Eduard Boltzmann would feel deeply satisfied observing the wealth of themes and methods into which his theory has been expressed and how this now finds applications in an unpredictable (in his time) number of fields, at the forefront of modern scientific research.

StatPhys29 will celebrate this richness and this aptitude for adapting and moving successfully into ever new and different contexts: a "continuously evolving" scientific sector, which has a universal value of which no one can consider themselves the privileged holder, because it is an intellectual property of humanity, which we are called to preserve and enrich every day, modestly, with our work.

Further information on Boltzmann can be found in "LUDWIG BOLTZMANN: UN TRIBUTO PER I SUOI 170 ANNI" by Massimo Falcioni e Angelo Vulpiani (from issue 91 of Lettera matematica pristem):  https://drive.google.com/file/d/1itgRniC-ZuWzpaMvhgSexSz22g_DPhkL/view?usp=sharing

Nomine di Soci Onorari SIFS

In seguito all’approvazione di una modifica dello Statuto (nell'Assemblea dei Soci svoltasi a Parma il 21 giugno 2022), è stata istituita la figura del Socio Onorario (si veda l'articolo 5 dello Statuto). 

Su proposta del Presidente della SIFS, la Giunta Esecutiva ha approvato all'unanimità la nomina a Socio Onorario di:

per gli importanti premi scientifici conseguiti e per il fondamentale contributo dato allo sviluppo della Fisica Statistica e dei Sistemi Complessi.

Comunicato Ucraina della Giunta Esecutiva

La Giunta Esecutiva della SIFS, anche a nome dei propri soci, dichiara la sua adesione all’appello lanciato dall’Accademia dei Lincei di solidarietà alle istituzioni accademiche ucraine, nonché all’appello alla pace, ivi riportato, firmato da vari rappresentanti del mondo della cultura russo. 

https://www.lincei.it/it/news/solidariet%C3%A0-dellaccademia-dei-lincei-alle-istituzioni-accademiche-ucraine

Giorgio Parisi è Premio Nobel per la Fisica 2021 


L'attribuzione al Prof. Giorgio Parisi del Premio Nobel per la fisica 2021 rappresenta il giusto riconoscimento di contributi fondamentali allo sviluppo della nostra disciplina scientifica.
Siamo certi d'interpretare il desiderio di tutti i soci della SIFS nell'esprimere al Prof. Giorgio Parisi  la nostra gioia e le nostre più vive congratulazioni per un successo così importante.
Non possiamo non ricordare, in questa felicissima circostanza, l'enorme contributo che Giorgio ha portato, anche in termini di idee, stimoli, suggerimenti, disponibilità alla discussione e alla collaborazione, a tutta la comunità scientifica italiana che si occupa di fisica statistica e dei sistemi complessi. Quindi questa non è solo un'occasione per congratularsi con lui, ma anche per ringraziare Giorgio per tutto quello che ha rappresentato, rappresenta e ancora rappresenterà per tutti noi.


La Giunta Esecutiva della SIFS

On 5th October 2021 the Nobel Prize in Physics 2021 was awarded "for groundbreaking contributions to our understanding of complex systems" to Giorgio Parisi "for the discovery of the interplay of disorder and fluctuations in physical systems from atomic to planetary scales."


Full Nobel Prize announcement: https://www.nobelprize.org/prizes/physics/2021/summary/
Giorgio Parisi profile: https://www.nobelprize.org/prizes/physics/2021/parisi/facts/
Giorgio Parisi personal page:  https://chimera.roma1.infn.it/GIORGIO/


YouTube Live Streaming of the announcement of the 2021 Nobel Prize in Physics

Il giorno 20 maggio 2019 è stata costituita a Firenze la Società Italiana di Fisica Statistica - SIFS , che si configura come una Associazione di Promozione Sociale (APS), Ente del Terzo Settore. La Società ha sede legale a Parma e potete leggere il suo  Statuto.  

Per iscrivervi alla SIFS (se non siete soci) o per pagare la quota 2023 leggete qui


Dallo Statuto della SIFS, Art. 3 (Scopi)

[...] la SIFS:

i) favorisce i rapporti e gli scambi tra le ricercatrici e i ricercatori italiani che lavorano nell’ambito della Fisica Statistica e in particolare i rapporti tra il personale universitario e quello degli enti pubblici di ricerca;

ii) organizza scuole per dottorandi, per dottori di ricerca, e conferenze nazionali e internazionali;

iii) favorisce le interazioni tra la comunità italiana di Fisica Statistica e quella internazionale, con particolare riferimento alla Commissione C3 (Fisica Statistica) dello IUPAP (International Union of Pure and Applied Physics);

iv) istituisce premi per ricercatrici e ricercatori giovani e senior nel campo della Fisica Statistica;

v) facilita la partecipazione dei propri soci e socie a bandi di ricerca nazionali e internazionali, con la possibilità di partecipare essa stessa come SIFS;

vi) favorisce la divulgazione a tutti i livelli delle tematiche di interesse della SIFS;

vii) promuove la partecipazione al dibattito nazionale e internazionale sulle tematiche di suo interesse;

viii) collabora con tutti gli organismi pubblici e privati interessati agli stessi scopi statutari della SIFS.


Lettera del Presidente della SIFS

News

Dove siamo?

Nella mappa ogni marker corrisponde all'affiliazione di uno o più soci della SIFS.
[Aggiornato a dicembre 2020]